È con l’altro che riscopro me

Parte la campagna di raccolta fondi a favore di un supporto psicologico per le mamme e i bambini della casa

“Ora posso dire che la scelta di entrare a Casa di Sant’Anna è stata vincente, perché sono stata aiutata a ricostruire tutte le relazioni affettive e mi sono ritrovata a capire quanto io fossi importante e quanto io avessi solo bisogno di ritrovarmi. 
Ora mi amo, guardo mio figlio negli occhi e so che posso farcela”.

Naomi
Essere madri è una sfida complessa, soprattutto per le giovani mamme che non hanno il supporto della propria famiglia o del proprio compagno; le mamme e i loro bimbi che arrivano qui alla nostra Casa si portano dietro il fardello delle loro sofferenze e dei loro drammi esistenziali per iniziare un cammino di recupero della loro dignità e un rapporto positivo con il reale, per poter garantire a se stesse e ai loro piccoli una vita serena ed autonoma.La campagna “È con l’altro che riscopro me” ha come obiettivo quello di sostenere il lavoro (che garantisca una continuità di almeno 2 anni) di una psicologa per accompagnare le nostre mamme nel percorso di riscoperta di sé e delle proprie risorse come persona e sostenere il legame tra mamma e bambino.“Nessuno si salva da solo”, tutti abbiamo bisogno di essere aiutati ad alzare lo sguardo per nascere di nuovo.

Con il tuo contributo puoi consentire alle mamme di recuperare la propria fisionomia e di dar voce ai desideri più veri.

Puoi donare ora per la campagna di raccolta fondi online “È con l’altro che riscopro me” sulla piattaforma di crowdfunding Rete del Dono.

Il tuo contributo è fondamentale! DONA ORA!